Giornata della Memoria, Zinni: «La Storia con la S maiuscola è la somma delle nostre piccole storie»

0

«Oggi è la Giornata della Memoria e vi consiglio davvero di leggere questa storia poco nota, ma bellissima, che riguarda la nostra regione»: sono parole del consigliere regionale Sabino Zinni.

La storia riguarda una costellazione di kibbutz sulle coste del Salento, tra villaggi di pescatori e aridi campi di olivi. È quello che accadde in Puglia, tra il 1944 e il 1947, quando migliaia e migliaia di profughi arrivarono da tutta Europa al confine più estremo d’Italia per dimenticare gli orrori della guerra. Fu così che nei campi per sfollati, messi in piedi requisendo le ville dei nobili leccesi, si celebrarono in pochi anni quasi 350 matrimoni e nacquero oltre 200 bambini.

Conclude Zinni: «La Storia con la S maiuscola non è mai qualcosa di distante da ciascuno di noi, è invece la somma delle nostre piccole storie. E questa vicenda lo dimostra al meglio».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here