I numeri parlano chiaro: Salvini ha perso

0

Ma la battaglia parte ora

“Chiare e distinte” le parole con cui il consigliere regionale Sabino Zinni, in primo luogo, analizza la sconfitta di Salvini e, in secondo luogo, rilancia per gli appuntamenti elettorali imminenti:

«Salvini ha voluto trasformare questo voto in Calabria e in Emilia Romagna in un referendum su di sé e ha perso.

In Calabria nonostante il gran risultato di Jole Santelli la Lega è il terzo partito, dopo PD e Forza Italia, ossia la conquista del Sud che aveva previsto non gli è riuscita. In Emilia Romagna poi non solo la Borgonzoni è stata staccata di 8 punti circa da Bonaccini, ma la Lega ha perso voti rispetto alle europee di 8 mesi fa. A Bibbiano infine il PD ha preso il 40%, la Lega il 29%.

Insomma gli italiani che hanno votato hanno fatto capire al Capitano che la sua bestia può essere trasformata in un chihuahua.

Detto questo, l’errore da non fare adesso è credere che la battaglia sia finita. Dobbiamo invece fermarci un attimo a capire come si è riusciti a fermare uno che ha giocato sporco per tutta la campagna elettorale. A mio avviso ci si è riusciti opponendo i risultati del buon governo alla demagogia, mobilitandosi sui temi non negoziabili (grazie Sardine)e scegliendo una strategia comunicativa non ingenua.

Fra qualche mese si vota in Puglia, Campania e Toscana, sarà un altro banco di prova: facciamo tesoro di questa bella vittoria».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here