Sabino Zinni: «Da oggi allora potremo disporre di un generale in più, fra i più qualificati, per continuare questa guerra contro il virus»

Lo annuncia il consigliere regionale Sabino Zinni:
«La settimana scorsa il professor Marco Ranieri, dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, è stato colui che ha escogitato il doppio ventilatore (o ventilatore sdoppiato) in grado di curare in terapia intensiva due pazienti Covid-19 alla volta. Una trovata che ha permesso di raddoppiare le capacità curative di questi apparecchi.
Da oggi il prof Ranieri inizierà a lavorare per la Regione Puglia, con il compito di coordinare e integrare la rete delle terapie intensive.
Stiamo parlando di uno stimatissimo professionista che tra l’altro ha con la Puglia un legame speciale. Marco Ranieri è nato a Bari dove si è laureato in Medicina e Chirurgia e si è specializzato in anestesia e Rianimazione. Dopo un lungo periodo alla McGill University di Montreal e alla University of Toronto (Canada) ha cominciato la sua carriera come ricercatore dell’Università di Bari e medico del centro di rianimazione del Policlinico di Bari.
Ha diretto i reparti di rianimazione dell’ospedale le Molinette di Torino e l’Umberto I di Roma. Dal 2018 è professore ordinario dell’Alma Mater di Bologna e dirige la terapia intensiva dell’ospedale Sant’Orsola.
Da oggi allora potremo disporre di un generale in più, fra i più qualificati, per continuare questa guerra contro il virus».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here