In piedi, davanti a Liliana!

0

Le parole di Alberto Belli Paci

«A voi che non vi alzate in piedi davanti a una donna di 89 anni, che non è venuta lì per ottenere privilegi o per farsi vedere più brava ma è venuta da sola (lei sì) per proporre un concetto libero dalla politica, un concetto morale, un invito che chiunque avrebbe dovuto accogliere in un mondo normale, senza sospettosamente invece cercare contenuti sovversivi che potevano avvantaggiare gli avversari politici. A voi dico: io credo che non vi meritiate Liliana Segre!

Guardatevi dentro alla vostra coscienza. Ma voi credete davvero che mia madre sia una che si fa strumentalizzare? Con quel numero sul braccio, 75190, impresso nella carne di una bambina? Credete davvero che lei si lasci usare da qualcuno per vantaggi politici di una parte politica in particolare? Siete fuori strada. Tutti. Talmente abituati a spaccare il capello in quattro da non essere nemmeno più capaci di guardarvi dentro» (Alberto Belli Paci).

Sabino Zinni: «Sono le parole di Alberto Belli Paci, figlio di Liliana Segre, dopo il vergognoso spettacolo andato in scena al Senato la scorsa settimana.

E sono parole purtroppo premonitrici, visto quanto sta avvenendo in queste ora intorno al caso Balotelli. È vero: non ci meritiamo Liliana Segre. Ci meritiamo invece un Paese alla deriva morale che volta le spalle a chi cerca di salvarlo».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here